Deumidificazione e risanamento intonaci
torna alle nostre proposte
L'umidità di risalita capillare o umidità ascendente, è la principale responsabile del degrado degli intonaci negli edifici. Gli intonaci macroporosi ad alta traspirabilità rappresentano un'ottima risposta alla risoluzione di questi problemi.
 
1) E' bene sapere che il primo nemico da combattere in presenza di umidità ascendente sono i sali cristallizzati poiché risultano essere igroscopici. Il termine igroscopico significa "capace di assorbire umidità", pertanto maggiore sarà la quantità dei sali accumulati negli intonaci, malte o altro e maggiore sarà la quantità di acqua che viene attratta.

Prima di iniziare qualsiasi tipo di intervento sulle strutture, sarà opportuno accertare la natura dei fenomeni che generano umidità e la quantità di essa contenuta nei muri, poiché i metodi d’intervento potranno essere assai diversi a seconda dei casi e al tipo di umidità presente.

Per garantire un buon esito dell’intervento, è necessario analizzare anche la consistenza della struttura muraria e la quantità e la qualità dei sali esistenti nella muratura.

Successivamente si passerà alla scelta dei sistemi di deumidificazione, che dovrà essere ponderata in base alle analisi rilevate.
2) Questa è una fase molto importante poiché una scelta errata può incidere in maniera drastica sul risultato finale. Per la deumidificazione e il risanamento si interviene quasi sempre con un sistema basato sull’applicazione di vari prodotti, con funzioni specifiche, che nell’insieme formano un ciclo di risanamento “su misura” della struttura considerata.

Per risolvere questo problema ci sono tre tipi di rimedi:

intonaci deumidificanti o intonaci macroporosi che, grazie alla loro velocità di evaporazione, assorbono rapidamente l'acqua dalla parete restituendola all'ambiente.

rimedi meccanici con taglio della parete alla base e inserimento di materiali isolanti per bloccare la risalita dell'umidità.

rimedi chimici con creazione di una barriera chimica all'interno della muratura tramite l'iniezione di resine idrorepellenti

Modalità di intervento:

a - Valutazione dell'altezza dell'umidità con sistema strumentale, in linea generale la linea di umidità ha un andamento uniforme nel caso che il supporto sia in mattoni ed ondeggiante nel caso si tratti di muratura mista. 

b - Demolizione dell'intonaco per un'altezza di almeno un metro al di sopra del  livello d'umidità.

c - Pulizia della muratura mediante spazzolatura, se necessario lavare con acqua calda.

d - Applicazione, in presenza di elevate efflorescenze (ex stalle,  ecc.), di uniformatore di capillarità.

e - Applicazione di intonaco da risanamento, a mano o a macchina, nello spessore minimo di 2 cm.

f - Applicazione di strato finale traspirante.

g - Applicazione di pittura con caratteristiche di alta traspirabilità e trasmigrazione capillare, si consiglia di tinteggiare ad avvenuta asciugatura dell'intonaco.
Certificazioni